FANDOM


Il Womeze / Womishe è un esperantido creato dall'autore emergente Mikelo Gulhe. È stato citato per la prima volta dal Guglielmino nell'aprile 2007 nel saggio "Il Mondo futuro", col nome "Esperanto 2007". Ha avuto diversi nomi, nell'ordine:

  1. Esperanto 2007 (aprile 2007 nel saggio "Il Mondo Futuro";
  2. Nepo (fase di "incubazione")
  3. Esperante (fase di "incubazione")
  4. Xhomeze (come si auto-definiva) / Xhomese (in italiano): ultima fase di "incubazione";
  5. Xomeze (come si auto-definiva) / Xomese (in italiano): è stato presentato al mondo nel luglio 2009;
  6. Womeze (come si auto-definiva) / Womese (in italiano): dal 19 aprile 2012 al 20 marzo 2020;
  7. Womishe: dal 21 marzo 2020 al 29 marzo 2020;
  8. Womeze / Womishe (entrambi in tutte le lingue che adoperano l'alfabeto latino e con una traslitterazione negli alfabeti cirillico, greco, arabo, ebraico, devanagari e katakana già fissata): dal 30 marzo 2020 in poi.
Xomeze bandiera 15

La bandiera del womese

Quanto ai significati di queste denominazioni:

  1. Esperanto 2007 ed esperante si riferivano all'Esperanto;
  2. nepo significava nipote (di nonno non di zio), nel senso che l'Esperanto era la lingua "madre", l'ido la lingua "figlia" e il nepo era la lingua figlia della figlia;
  3. xhomeze (e xhomese), xomeze (xomese), womeze (e womese), womishe significano invece "lingua degli esseri umani".

I libri sul womese attualmente esistenti e disponibili al pubblico sono:

  1. Grammatica e Semantica Womese-Italiano;
  2. Novità grammaticali, preposizioni e sintassi in Womese (che integra la grammatica);
  3. Grammatichetta del Womese;
  4. Vocabolarietto Womese-Italiano Italiano-Womese;
  5. Vocabolario Womese-Italiano (in una fase beta e solo nella versione virtuale.

Voci correlate

Collegamenti esterni

Community content is available under CC-BY-SA unless otherwise noted.